Spedizione  gratuita per ordini superiori a 59
10% di sconto sul primo ordine per i nuovi registrati
Consegna anonima in 1-2 giorni lavorativi

Smettere di fumare in modo naturale con il CBD?

Hai provato diversi metodi per smettere di fumare ma non hanno funzionato? Devi sapere che esiste un rimedio naturale a questa soluzione: il CBD. Scopri come.

28/03/2022
Tempo di lettura: 7 min
Indice Articolo
Indice Articolo

Fumi da molti anni e finalmente hai deciso di desistere dal farlo? Hai già provato numerosi rimedi ma non riesci a farti passare il vizio? Vorresti a tutti i costi trovare una cura naturale come il CBD per smettere di fumare?

La nicotina è una delle sostanze che più al mondo crea dipendenza, oltre un miliardo di persone in tutto il mondo fuma. Questo significa che, anche quando arriva l’intenzione di smettere, riuscirci è molto arduo. 

Potresti aver già tentato alcuni rimedi, dalle cure farmacologiche alla sigaretta elettronica, ma senza aver ottenuto i risultati che speravi. Questo è scoraggiante perché, nonostante l’impegno che ci stai mettendo, tutti i tuoi sforzi sembrano inutili. 

Prima di tutto vogliamo tirarti su di morale. Il fatto che tu senta la voglia di smettere di fumare è un ottimo punto di partenza che può portarti a grandi risultati!

Per arrivarci hai soltanto bisogno di imboccare la strada giusta

In effetti, non è particolarmente salutare curare un’abitudine come quella del fumo con altri prodotti chimici. Per fortuna esiste una cura naturale che può aiutarti a interrompere questo ciclo vizioso senza comportare altri effetti collaterali per il tuo organismo. 

Gli scienziati hanno scoperto che è possibile smettere di fumare con il CBD.

Lo sapevi? I prodotti a base di CBD, come ad esempio gli oli di CBD,  contengono delle sostanze naturali in grado di ridurre i sintomi dell’astinenza aiutandoti a combattere la voglia di ricominciare a fumare. 

Ma scaviamo più a fondo e vediamo in quale modo è possibile smettere di fumare con il CBD.

Come funziona la dipendenza da nicotina

smette di fumare con il cbd

Molte persone iniziano a fumare quando si trovano in età adolescenziale. È il periodo più a rischio perché è quello nel quale si vogliono provare cose nuove, si vogliono seguire le mode e, sostanzialmente, si vuole essere accettati dal gruppo. Molti vogliono solamente provare, ma questa prova gli costa una dipendenza che a volte può durare anche una vita intera. 

Una persona diventa dipendente dalla nicotina nel momento in cui la usa in modo reiterato nel tempo. Non è quindi una sigaretta a fare la differenza, sono molte una dietro l’altra. Nel momento in cui la sostanza entra nei polmoni si trasferisce direttamente al sangue e, di conseguenza, nel resto del corpo. 

Tutti iniziano con piccole quantità, il problema è che la nicotina dà assuefazione. La prima sigaretta può, infatti, procurare una sensazione piacevole di rilassatezza e tranquillità. In un mondo stressante come quello moderno rappresenta un momento di stacco dalle pressioni, uno stacco che purtroppo costa caro perché al primo ne seguiranno molti altri. 

La nicotina stimola la produzione di dopamina nel cervello, la quale regola l’umore, e di adrenalina, che aumenta la pressione sanguigna. 

Nel momento in cui il corpo si abitua alla quantità iniziale, il fumatore deve aumentare sempre di più la dose per evitare di incorrere nei tipici sintomi dell’astinenza. Questo meccanismo porta ben presto alla dipendenza. Il fumatore non riesce più a smettere se non incappando in effetti collaterali estremamente fastidiosi da sopportare come irritabilità, irrequietezza, aumento dell’appetito, tosse, fino alla depressione. 

Alla dipendenza fisica si aggiunge quindi una dipendenza emotiva. Un individuo che si sente bene fumando riesce apparentemente ad affrontare meglio gli stress e i traumi. Questo è esattamente lo scoglio contro il quale sbattono tutti coloro che desiderano smettere. 

Perché i sostituti della nicotina potrebbero non funzionare

smettere di fumare grazie al cbd

Anni fa erano stati pesantemente pubblicizzati i cerotti alla nicotina per riuscire a combattere la dipendenza. Questo prodotto si è spesso rivelato inefficace perché la quantità di nicotina contenuta al suo interno non era paragonabile a quella assunta da un fumatore abituale. 

E questo non è l’unico ostacolo. I sostituti si rivelano spesso inefficaci perché il benessere che deriva dal fumare non dipende solamente dalla presenza di nicotina nell’organismo, ma anche dall’atto stesso. Un cerotto non potrà mai sostituire il gesto del fumare, consolidato negli anni. 

Tuttavia, la nicotina fa la sua parte e questo rende inefficaci anche altri rimedi moderni come, ad esempio, le sigarette elettroniche. Queste ultime ingannano momentaneamente il cervello mantenendo il gesto del fumare ma, nel momento in cui il cervello non è più carico di dopamina, smettere di fumare diventa molto difficile. 

Insomma, si tratta di un circolo vizioso dal quale è molto difficile uscire per tutta una serie di motivi. Ma se davvero è così complesso, com’è possibile smettere di fumare con il CBD? Scopriamolo. 

In che modo i prodotti di CBD potrebbero aiutarti a smettere di fumare

il cbd aiuta a smettere di fumare

Partiamo dalla definizione di CBD. Il CBD, o cannabidiolo, è un potente principio attivo contenuto all’interno della pianta di canapa. Questa sostanza naturale possiede numerose proprietà benefiche. Gli scienziati hanno infatti scoperto che è in grado, tra le altre cose, di ridurre il dolore anche cronico, curare le infiammazioni, calmare le convulsioni, stimolare l’appetito, curare l’insonnia, gestire l’ansia, attenuare la depressione e regolare l’umore.

Questo è possibile poiché il CBD è un cannabinoide e ha una composizione chimica simile a sostanze già prodotte dall’organismo: gli endocannabinoidi. Questi vengono prodotti dal sistema endocannabinoide, un sistema biologico presente nel sistema nervoso centrale (compreso il cervello) e in quello periferico. Contenendo i recettori dei cannabinoidi, può influenzare funzioni cognitive come il sonno, l’appetito e l’umore. 

È quindi possibile smettere di fumare con il CBD poiché quest’ultimo allevia i sintomi d’astinenza aiutando il fumatore ad allontanare l’abitudine senza soffrire troppo. Il CBD, infatti, interagisce con i recettori della serotonina calmando l’ansia, una sensazione simile a quella provocata dalla nicotina ma indotta naturalmente. 

Un fumatore sente, infatti, il bisogno di fumare quando comincia ad essere nervoso e irritabile. Eliminando o comunque riducendo questa risposta dell’organismo alla mancanza della nicotina, è possibile eliminare l’abitudine

Questo è ciò che ha scoperto la scienza, tuttavia è importante sapere che l’atto di fumare CBD in Italia non è ancora stato regolamentato in modo chiaro e definitivo. La normativa è particolarmente nebulosa, anche se pian piano si sta allontanando lo stigma relativo alla cannabis grazie alla legalizzazione di prodotti non dannosi per la salute. 

Se vuoi andare sul sicuro, esistono tantissimi prodotti a base di CBD assolutamente legali come l’olio di CBD

Cosa dicono le pubblicazioni scientifiche a riguardo

La scienza ha scoperto che è possibile smettere di fumare con il CBD poiché gli scienziati effettuano studi e test su questa sostanza naturale già da molti anni. Per quanto riguarda la relazione tra CBD e nicotina, hanno scoperto già nel 2013 che il cannabidiolo riduce il consumo di sigarette

Come abbiamo accennato prima, è stato scoperto che il sistema endocannabinoide gioca un ruolo sempre più importante nella dipendenza da nicotina. Lo studio si è concentrato su un gruppo di 24 fumatori intenzionati a smettere. A 12 è stato dato il CBD mentre agli altri 12 un placebo per una settimana, chiedendogli di usare un inalatore nel momento in cui sentivano la voglia di fumare. Il risultato è stato che i pazienti trattati con il placebo hanno fumato lo stesso numero di sigarette che avrebbero fumato normalmente. Diversamente, i pazienti trattati con CBD hanno calato l’azione di fumare del 40%.

Di recente, nel 2021, è stato condotto un altro studio dove sono emerse nuove informazioni sul coinvolgimento del sistema endocannabinoide e dei cannabinoidi nella dipendenza da nicotina. Il sistema endocannabinoide è coinvolto nella dipendenza da droghe e non fa certo eccezione per la nicotina. Agendo su questo sistema, il cannabidiolo può davvero aiutare a eliminare l’abitudine.

Quindi, cosa aspetti a provare questo efficace rimedio naturale?

Ora sai che è possibile smettere di fumare con il CBD, visita il nostro shop online per trovare il prodotto a base di CBD più adatto a te e liberarti finalmente da un vizio che ti condiziona la vita. 

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

chevron-down