+39 3271385533
Fino al 31 maggio spendi almeno 79 euro e scegli 1 cosmetico in omaggio (Codice: COSGIFT)

Come si cura l'artrosi del cane?

L'artrosi del cane è una patologia che da molto fastidio al nostro amico a 4 zampe. In questo articolo vedremo come curarla con i rimedi naturali e quando vedere il veterinario.

21 Novembre 2023 alle 10:59
Tempo di lettura: 10 min

Quando il nostro fedele amico a quattro zampe inizia a zoppicare o ad avere quella andatura un po’ più rigida del solito, potrebbe non trattarsi semplicemente dell'età che avanza. Potrebbe esserci un ospite subdolo che può insinuarsi nelle sue articolazioni: l'artrosi.

Sì, proprio come negli umani, anche i nostri cani possono soffrire di questa condizione degenerativa. Non stiamo parlando di semplici acciacchi legati all’età, ma di una vera e propria malattia delle articolazioni che può colpire i cani di tutte le età, seppur con una maggiore incidenza negli anziani.

La diagnosi precoce è fondamentale.

Non è solo una frase fatta, ma un'esigenza reale. Riconoscere tempestivamente i segnali che il nostro amico a quattro zampe ci invia può fare la differenza nella gestione dei sintomi e garantirgli una migliore qualità di vita. Vedere il nostro cane soffrire di dolori articolari è qualcosa che vorremmo evitare a tutti i costi.

Tra le strategie di gestione del dolore, non possiamo non parlare degli antidolorifici naturali per cani. Questi alleati del benessere possono essere un primo passo efficace per alleviare il fastidio senza ricorrere subito a soluzioni farmacologiche pesanti. Ma attenzione, non ci stiamo improvvisando veterinari: ogni scelta va fatta con consapevolezza e, preferibilmente, con il consenso di un professionista.

Ricordiamoci che l'artrosi non è una sentenza definitiva. Con la giusta attenzione e cure adeguate, il nostro cane può continuare a correre, giocare e farci compagnia per molti anni ancora. Questa è la vera missione di ogni padrone che si rispetti: garantire che la coda del proprio amico scodinzoli il più a lungo possibile.

Comprendere l'artrosi nel cane

Definizione e cause

Affrontare il tema dell'artrosi nel cane significa esplorare un argomento che molti preferirebbero evitare. Tuttavia, come spesso accade, è proprio ciò che non conosciamo a farci più paura. L'artrosi è quella parola che nessun padrone vorrebbe sentire dal veterinario. Si tratta, tecnicamente, di una malattia degenerativa che colpisce le articolazioni, e il suo impatto diventa più grave quando si comprende che è un processo irreversibile.

E qui si entra in un terreno più complesso: le cause. Alcune di esse sono evidenti, come l'invecchiamento o i traumi subiti. Ma ci sono poi quelle cause un po' più nascoste, come la displasia o problemi legati al metabolismo. Qui parliamo di artrosi secondaria, quella che, come un ladro, approfitta di una situazione già precaria per compiere il suo colpo. Diversa è l'artrosi primaria, che non sceglie in base a precondizioni ma arriva con il passare degli anni, un po' come le rughe.

Sintomatologia

Capire se il proprio cane soffre di artrosi può essere meno complicato di quanto sembri. I segnali sono evidenti, bisogna solo saperli interpretare. Zoppia, per esempio, è una parola chiave da tenere in considerazione. Il cane non finge, se zoppica, c'è qualcosa che non va. Poi ci sono i rumori, quegli scricchiolii sospetti che sentiamo quando si alza o si muove. Se li senti, dovresti portare il tuo cane dal tuo veterinario di fiducia.

Ma non è finita qui. L'infiammazione è un altro campanello d'allarme, così come la riduzione dell'attività fisica. E se il tuo cane inizia a guardarti storto quando provi a toccarlo, beh, potrebbe non essere il solito capriccio. Potrebbe essere dolore. E il dolore non va mai ignorato.

Prevenzione e gestione dell'artrosi canina

artrosi cane

Ruolo della genetica e controlli regolari

Nel nostro viaggio alla scoperta dell'artrosi canina, eccoci a un bivio importante: la genetica. Sebbene non possiamo selezionare i geni che trasmettiamo ai nostri cuccioli, possiamo certamente scegliere di agire in modo responsabile. La selezione genetica gioca un ruolo chiave nella prevenzione dell'artrosi, soprattutto in razze predisposte a problemi articolari. È come un puzzle: se i pezzi genetici non combaciano perfettamente, il quadro della salute del nostro cane potrebbe presentare delle crepe.

Ma la genetica è solo una parte della storia. L'altra metà è rappresentata dai controlli veterinari regolari. Non parliamo di visite solo quando il cane mostra segni di malessere, ma di check-up programmati. Sono come quelle ricorrenze che segniamo sul calendario, appuntamenti fissi che ci ricordano di fare un punto sulla salute del nostro amico.

Ambiente e movimento

La casa rappresenta il regno del nostro cane, ogni angolo racconta una storia. Tuttavia, quando l'artrosi fa la sua comparsa, potrebbe essere necessario riscrivere alcuni capitoli. Adattare l'ambiente domestico significa rendere ogni spazio accessibile e confortevole, come se volessimo eliminare ogni ostacolo dal percorso del nostro fedele amico. Tappeti antiscivolo, letti ortopedici, scale portatili: sono tutte precauzioni che possono fare una grande differenza nel garantire il massimo comfort al nostro cane.

Ma un ambiente confortevole non è tutto. Serve anche movimento appropriato, quello che fa bene alle ossa e al cuore. Una corretta attività fisica non significa allenare il nostro cane per la maratona di 40 chilometri, ma garantirgli esercizio regolare e su misura per le sue capacità. È come se gli stessimo dando una mappa per un tesoro nascosto, dove il premio è una vita più lunga e felice. Esercizi a basso impatto come camminate tranquille o nuotate possono mantenere le articolazioni mobili senza sovraccaricarle. Consideriamo anche esercizi mirati, magari con il supporto di un fisioterapista veterinario, per migliorare la forza e la flessibilità senza stressare eccessivamente le articolazioni doloranti.

Alimentazione equilibrata

Chiudiamo il cerchio con un tema di grande importanza: il cibo. Non c'è niente di più gratificante che vedere il nostro cane fare festa davanti alla sua ciotola. Tuttavia, è cruciale comprendere che una dieta appropriata è più significativa di una coda scodinzolante. È prevenzione, è cura, è un mattone fondamentale nella costruzione della salute del nostro amico. Un'alimentazione equilibrata, ricca di nutrienti e adatta all'età e allo stile di vita, può non solo prevenire l'insorgenza dell'artrosi ma anche alleviare i sintomi se già presente. È un po' come cucinare per la famiglia: si sceglie il meglio, con amore e attenzione, perché loro, i nostri cani, sono parte integrante della famiglia. Parliamo di cibo formulato per supportare la salute articolare, ricco di Omega-3, condroitina e glucosamina.

Opzioni di trattamento e supporto

artrosi cane cura

Quando la prevenzione non è sufficiente e il nostro cane inizia a manifestare i sintomi dell'artrosi, è fondamentale agire con trattamenti mirati. Il dolore e l'infiammazione richiedono un approccio delicato ma deciso, e qui la medicina ci viene in aiuto con diverse opzioni.

Rimedi farmacologici

  • FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei): alleviano il dolore e riducono l'infiammazione. Sono i primi alleati nel trattamento dell'artrosi e possono migliorare significativamente la qualità della vita del nostro cane. Importante è seguirne l'uso sotto stretto controllo veterinario, poiché possono avere effetti collaterali se non gestiti correttamente.
  • Corticosteroidi: utili per ridurre infiammazione e dolore. Vengono di solito prescritti per brevi periodi, o in cicli, per minimizzare i rischi di effetti collaterali a lungo termine. Anche in questo caso, il monitoraggio da parte del veterinario è essenziale.
  • Monitoraggio veterinario: essenziale per la sicurezza del nostro cane. Il veterinario valuterà la risposta ai farmaci, regolerà le dosi e si accerterà che non ci siano effetti indesiderati. È un lavoro di squadra, dove il veterinario e il padrone collaborano per garantire il benessere del cane.

Incorporare queste terapie nella routine del nostro cane richiede sensibilità e attenzione. Ogni cane reagisce in modo diverso ai farmaci, e trovare il giusto equilibrio può richiedere tempo e pazienza. Ma l'obiettivo è chiaro: restituire al nostro compagno la possibilità di vivere i suoi giorni con il minore disagio possibile, senza che il dolore gli rubi la gioia di quei piccoli grandi momenti quotidiani.

Condroprotettori e integratori

Nel trattare l'artrosi del nostro fedele compagno, ci imbattiamo in un capitolo che merita una certa attenzione: i condroprotettori e gli integratori. Non sono la solita "pillolina" che promette miracoli, ma compagni di viaggio che, passo dopo passo, possono fare la differenza nel lungo cammino della gestione dell'artrosi.

  • Glucosamina e Condroitina: questi due sono come i mattoncini Lego della cartilagine. La glucosamina aiuta a ricostruire il tessuto cartilagineo, mentre la condroitina lo protegge dall'usura. Un duo dinamico che lavora insieme per dare sostegno alle articolazioni affaticate del nostro amico.
  • Omega-3: questi acidi grassi sono famosi per le loro proprietà antinfiammatorie. Non sono solo buoni per il cuore, ma anche per le articolazioni. Pensa agli Omega-3 come a un olio che lubrifica le giunture del tuo cane, facendolo scivolare più facilmente nella vita di tutti i giorni.
  • MSM (Metilsulfonilmetano): è un po' meno conosciuto, ma non per questo meno importante. Ha proprietà antinfiammatorie e analgesiche, un aiuto concreto per ridurre il dolore e migliorare la qualità della vita.
  • Integratori con Collagene: il collagene è la proteina che tiene insieme la cartilagine. Con il passare degli anni, la produzione naturale cala, e qui entrano in gioco gli integratori per dare una mano.
  • Vitamina D: Questa vitamina è cruciale per la salute delle ossa e delle articolazioni. Una carenza di vitamina D può influenzare negativamente il processo di risposta dell'osso all'artrosi e accelerarne la progressione. La vitamina D è inoltre coinvolta nella regolazione dell'infiammazione e nella sintesi delle citochine.

Incorporare questi alleati nella dieta del nostro cane può sembrare complicato, ma in realtà è piuttosto semplice. Basta un piccolo gesto quotidiano, come aggiungere un integratore al suo pasto, e potremmo vedere miglioramenti significativi. E non è solo una questione di mobilità: è anche un discorso di indipendenza e dignità. Perché ogni nostro piccolo sforzo è un passo verso il permettere al nostro cane di essere il più possibile autonomo e felice, nonostante l'artrosi.

Rimedi naturali e modifiche dello stile di vita

Esplorare le vie naturali per alleviare l'artrosi del nostro cane è come camminare in un bosco ricco di soluzioni: è importante conoscere la flora e saper riconoscere ciò che può nutrire la salute del nostro amico.

  • CBD Oil: al primo posto nella nostra lista c'è l'olio di CBD per cani. Questo estratto di cannabis sta emergendo come un valido aiuto per gestire diversi aspetti dell'artrosi, inclusi dolore e infiammazione. Uno studio recente ha gettato luce sull'efficacia del CBD nel migliorare la qualità della vita dei cani con artrosi. Lo studio ha avuto come obiettivo valutare la farmacocinetica orale, la sicurezza e l'efficacia analgesica dell'olio a base di CBD in cani con artrosi​​. Durante la ricerca, è stata misurata la reazione dei cani a due dosaggi diversi di olio arricchito di CBD (2 e 8 mg/kg). Il trattamento si è articolato in un ciclo di 4 settimane con olio di CBD seguito da un periodo di "lavaggio" di 2 settimane prima di passare all'olio placebo, o viceversa. I risultati hanno mostrato un diminuimento significativo del dolore e un aumento dell'attività, con una vita media di eliminazione di 4,2 ore per entrambi i dosaggi, senza effetti collaterali osservabili. È stato rilevato un aumento dell'enzima fosfatasi alcalina, ma senza effetti collaterali segnalati dai proprietari. Lo studio suggerisce che 2 mg/kg di CBD somministrato due volte al giorno può aumentare il comfort e l'attività nei cani con artrosi​. Ricorda di consultare sempre il veterinario prima di integrare il CBD nella routine del tuo amico a quattro zampe.
  • Calore: l'applicazione di calore può essere un toccasana per alleviare il dolore. Un cuscinetto termico o una coperta riscaldante, usati con la dovuta attenzione, possono rilassare i muscoli e ridurre la rigidità articolare.
  • Curcuma: la curcuma è ricca di curcumina, un composto con potenti proprietà antinfiammatorie. Può essere somministrata come integratore o aggiunta alla dieta del cane. Alcuni proprietari scelgono di incorporare la curcuma direttamente nel cibo, ma è importante farlo in piccole quantità e solo se il cane apprezza il sapore, per evitare eventuali disagi o reazioni avverse​​.
  • Bromelina: presente nell'ananas, la bromelina è un enzima con proprietà antinfiammatorie. È spesso utilizzata per alleviare l'infiammazione articolare nei cani, contribuendo a ridurre il dolore e migliorare la mobilità. Come per altri integratori, è fondamentale consultare il veterinario prima di introdurre la bromelina nella dieta del cane, per assicurarsi che sia adatta e non interferisca con altri trattamenti​.
  • Boswellia serrata: questa pianta è rinomata per le sue capacità antinfiammatorie. Il principio attivo estratto dalla resina dell'albero di Boswellia, l'acido boswellico, è stato oggetto di studi per il suo potenziale di ridurre il dolore e l'infiammazione nelle articolazioni. Gli integratori a base di Boswellia possono essere un valido supporto naturale per i cani affetti da artrosi, aiutando a migliorare la qualità della loro vita quotidiana​.
  • Artiglio del diavolo: nome scientifico Harpagophytum procumbens, l'artiglio del diavolo è un antinfiammatorio naturale di origine vegetale. Spesso viene utilizzato in combinazione con altri principi attivi per trattare l'infiammazione e il dolore associati all'artrosi. L'artiglio del diavolo può essere somministrato in capsule o in forma liquida, e come per qualsiasi integratore, è consigliato discuterne l'uso con il veterinario​.
  • Massaggio e fisioterapia: oltre agli integratori e ai cambiamenti nella dieta, il massaggio e la fisioterapia possono giocare un ruolo cruciale nel gestire l'artrosi canina. Il massaggio aiuta a ridurre la tensione muscolare e a migliorare la circolazione sanguigna nelle aree colpite, mentre la fisioterapia può aumentare l'ampiezza di movimento e la forza, riducendo così il dolore e il disagio. Questi trattamenti dovrebbero essere sempre eseguiti da un professionista qualificato per garantire la sicurezza e l'efficacia​​.
  • Aloe Vera: Questa pianta è conosciuta per le sue proprietà antiinfiammatorie e analgesiche. Applicata esternamente, può aiutare a ridurre il gonfiore e il dolore nelle articolazioni del cane. Inoltre, l'aloe vera può essere somministrata per via orale sotto forma di integratore, dopo aver consultato il veterinario​.
  • Grassi cetilati: Sono esteri di acidi grassi che possono supportare la funzione articolare riducendo il dolore e l'infiammazione. Gli integratori con grassi cetilati possono essere un utile complemento alla dieta del cane per supportare la salute delle articolazioni​​.
  • Brodo di ossa: Il collagene è vitale per la salute delle articolazioni e può essere più efficace di altri supplementi come la glucosamina e la condroitina. Il brodo di ossa, ricco di collagene, può aiutare a migliorare la salute dell'intestino e, di conseguenza, ridurre l'infiammazione sistemica, inclusa quella articolare.
  • Cozze verdi: Queste contengono glucosamina e acidi grassi omega-3 biodisponibili, come EPA e DHA. Possono aiutare a ridurre il dolore articolare, a migliorare la funzionalità e a sostenere la rigenerazione della cartilagine.

Conclusioni

Capire come affrontare l'artrosi nel nostro cane significa imparare a condividere con lui una nuova quotidianità. È una strada da percorrere insieme, fatta di piccoli passi, come scegliere la ciotola giusta per evitargli sforzi o un letto che accarezzi le sue articolazioni stanche.

La vera chiave, però, è il supporto emotivo: è l'arte di capire senza parole, di essere presenti, di trasformare la cura in gesti e momenti condivisi. E in questa danza delicata, a volte può essere d'aiuto il consiglio di un esperto, che ci insegni a leggere i bisogni non detti del nostro compagno fedele.

In questo percorso, la medicina gioca il suo ruolo senza invadere, con controlli che diventano rassicurazione e con antidolorifici per cani naturali che non pesano, ma alleggeriscono. Consultare sempre il veterinario è fondamentale per garantire il benessere del cane in questo percorso. Così, giorno dopo giorno, costruiamo per loro una vita degna di essere vissuta, nonostante l'artrosi. E nel fare ciò, scopriamo la forza e la bellezza di un legame che si rafforza e si adatta, resistente come la vita stessa.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down