+39 3271385533
Fino al 31 maggio spendi almeno 79 euro e scegli 1 cosmetico in omaggio (Codice: COSGIFT)

Attacco di panico nel cane: come riconoscerlo e farlo passare

15 Novembre 2023 alle 10:34
Tempo di lettura: 10 min

Gli attacchi di panico nei cani sono manifestazioni estreme di ansia che possono essere causate da vari fattori.

Comprendere la natura e le cause di questi attacchi è il primo passo per gestirli e prevenirli. In questa sezione, esploreremo cosa significa esattamente un attacco di panico per un cane e come differisce dall'ansia.

Definizione di attacco di panico nel cane

Un attacco di panico nel cane è una reazione di paura intensa o di stress che si manifesta fisicamente e dal punto di vista comportamentale. Può essere scatenato da situazioni che il cane percepisce come minacciose o stressanti. Durante un attacco di panico, il cane potrebbe tremare, avere una respirazione affannosa, cercare di scappare o nascondersi, o mostrare comportamenti compulsivi come leccarsi o masticare. Questi attacchi possono durare da pochi minuti a diverse ore, a seconda della gravità e della causa.

La differenza tra ansia e attacco di panico nel cane

L'ansia e gli attacchi di panico sono due manifestazioni differenti di stress emotivo nel cane. L'ansia è una risposta di preoccupazione o paura a una situazione anticipata, mentre un attacco di panico è una reazione più estrema e immediata. Per esempio, l'ansia da separazione nel cane può manifestarsi quando il cane si rende conto che il proprietario sta per uscire, causando comportamenti ansiosi come pianto o masticazione. Un attacco di panico, invece, potrebbe scatenarsi improvvisamente, anche senza un trigger chiaro, causando una reazione molto più intensa e visibile.

Un punto chiave da notare è che mentre l'ansia può essere una reazione comprensibile a una situazione specifica, un attacco di panico potrebbe sembrare completamente irrazionale a un osservatore esterno. Oltre a questo, l'ansia può essere una risposta a lungo termine a una situazione stressante, mentre un attacco di panico è un'esplosione improvvisa di paura o stress.

In tutte e due i casi, è essenziale riconoscere i segnali e capire come aiutare il nostro amico a quattro zampe a gestire queste emozioni. La conoscenza e la comprensione delle differenze tra ansia e attacchi di panico nel cane sono fondamentali per fornire il supporto e l'ambiente necessari per aiutare il nostro cane a sentirsi al sicuro e protetto.

Cause degli attacchi di panico nel cane

attacco panico cane

Comprendere le cause degli attacchi di panico nel nostro amico a quattro zampe è il primo passo verso la prevenzione e la gestione di tali episodi.

Le cause possono essere molteplici e variano da cane a cane, ma possiamo raggrupparle in tre categorie principali:

  • fattori ambientali,
  • esperienze traumatiche passate,
  • sensibilità individuale del cane.

Fattori ambientali

L'ambiente in cui vive il cane può giocare un ruolo significativo nella scatenante di attacchi di panico. Rumori forti come tuoni, fuochi d'artificio, o rumori improvvisi possono scatenare paura e ansia nei cani, che può sfociare in un attacco di panico. Gli altri fattori ambientali possono essere i cambiamenti nella routine quotidiana, nuovi ambienti o persone sconosciute. È fondamentale prestare attenzione a come il nostro cane reagisce a queste situazioni, così da poter adattare l'ambiente per ridurre lo stress.

Esperienze traumatiche passate

I cani con un passato traumatico sono spesso più inclini a soffrire di attacchi di panico. Ci riferiamo a cani che sono stati abbandonati, maltrattati o che hanno vissuto eventi spaventosi. Queste esperienze passate possono lasciare un segno duraturo, causando reazioni di paura o ansia in situazioni che ricordano il trauma. È importante lavorare con un professionista per aiutare il cane a superare queste paure e creare un ambiente di supporto e comprensione.

Sensibilità individuale del cane

Ogni cane è un individuo con la propria personalità e sensibilità. Alcuni cani sono naturalmente più ansiosi o timidi, il che può renderli più suscettibili agli attacchi di panico. La sensibilità del cane può essere influenzata dalla razza, dall'età, dalla socializzazione e dalla sua salute generale.

Conoscere il nostro cane, le sue paure e le sue preferenze ci aiuta a creare un ambiente che minimizza lo stress e previene gli attacchi di panico.

Prima del panico: segnali premonitori

Riconoscere i segnali premonitori di un possibile attacco di panico nel tuo cane può fare una grande differenza nel gestire la situazione in modo efficace.

Questo richiede osservazione attenta e comprensione del comportamento normale del tuo cane, così da poter identificare qualsiasi cambiamento.

Cambiamenti nel comportamento

  1. Inquietudine: un cane che sta per avere un attacco di panico potrebbe mostrare inquietudine. Potrebbe non riuscire a stare fermo, girare in cerchio o camminare avanti e indietro nervosamente. Questi comportamenti possono essere un chiaro indicatore che qualcosa non va.
  2. Vocalizzazioni: alcuni cani possono diventare più vocali quando si sentono ansiosi. Questo potrebbe includere abbaiare, gemere o ululare più del solito. È un modo per loro di esprimere il loro disagio.
  3. Respirazione affannosa: la respirazione affannosa o accelerata è un altro segnale premonitore comune. Se noti che il tuo cane sta respirando più velocemente o più superficialmente del solito senza una ragione apparente, potrebbe essere un segnale di ansia crescente.
  4. Tremori: i tremori o lo scuotimento possono essere un segno di paura o ansia. Se il tuo cane inizia a tremare senza una causa apparente, potrebbe essere un segnale che sta iniziando a sentirsi in ansia.
  5. Evitamento o nascondersi: un cane ansioso potrebbe cercare di evitare una situazione o nascondersi. Se il tuo cane cerca di nascondersi o evitare persone o altri animali, potrebbe essere un segnale di disagio.

Accorgimenti del proprietario

  1. Osservazione attenta: diventa un osservatore attento del comportamento del tuo cane. Conosci il suo comportamento normale, così da poter riconoscere rapidamente qualsiasi cambiamento.
  2. Creare un ambiente tranquillo: se noti che il tuo cane mostra segni di ansia, cerca di creare un ambiente tranquillo e confortevole. Riduci i rumori forti, offri un luogo sicuro dove può ritirarsi e mantieni una routine regolare per aiutare a ridurre lo stress.
  3. Intervento precoce: intervenire non appena noti i segnali premonitori può aiutare a prevenire un attacco di panico completo. Potresti rimuovere il tuo cane dalla situazione stressante, distrarlo con giochi o esercizi, o utilizzare tecniche di rilassamento come la musica calmante o i massaggi.
  4. Consultare un esperto: se noti segnali premonitori di ansia o attacchi di panico nel tuo cane su base regolare, potrebbe essere utile consultare un veterinario o un comportamentalista animale per ulteriori consigli e supporto.

Riconoscere i segnali premonitori e intervenire in modo tempestivo può fare una grande differenza nel benessere del tuo cane. Con l'osservazione attenta e l'intervento precoce, puoi aiutare il tuo amico peloso a gestire meglio l'ansia e prevenire futuri attacchi di panico.

Come far passare gli attacchi di panico nel cane con rimedi naturali

attacco panico cane

Nella gestione dell'ansia e degli attacchi di panico nel cane, è possibile optare per strategie a lungo termine, oltre ad approcci immediati per calmare l'animale durante un episodio di panico. Prima di esplorare i rimedi specifici, è utile conoscere alcune tecniche di addestramento che possono essere impiegate per alleviare l'ansia del cane.

Una delle strategie consigliate è la distrazione: quando il cane mostra segni di ansia, si può tentare di distrarlo dalla situazione stressante offrendogli un giocattolo, un cibo gustoso, o chiedendogli di eseguire alcuni comandi semplici. Questo può aiutare a spostare l'attenzione del cane dalla fonte di stress. Allo stesso modo, spostare il cane in un luogo più tranquillo o sicuro può offrire un sollievo temporaneo.

Per gli approcci a lungo termine, la desensibilizzazione e il controcondizionamento sono due tecniche efficaci.

La desensibilizzazione implica l'esposizione graduale del cane allo stimolo stressante, in modo che con il tempo, l'animale possa abituarsi alla situazione che causa ansia. Ad esempio, se il cane soffre di ansia da separazione, si possono simulare le azioni che di solito precedono la partenza di casa, come prendere le chiavi o indossare il cappotto, senza però uscire effettivamente. Questa pratica può aiutare il cane a dissociare queste azioni dalla sensazione di essere lasciato solo. Il controcondizionamento, invece, mira a cambiare la reazione emotiva del cane alla situazione stressante, associando lo stimolo che causa paura o ansia a qualcosa di piacevole, come un buon cibo o una carezza.

Affrontare gli attacchi di panico nel tuo amico a quattro zampe può essere una situazione difficile da gestire. Fortunatamente, esistono anche altri rimedi naturali che possono offrire sollievo e aiutare il tuo cane a ritrovare la calma.

Ecco una spiegazione più dettagliata di alcuni di questi rimedi:

  1. Olio di CBD per cani: l'olio di CBD, estratto dalla pianta di canapa, sta guadagnando popolarità nella comunità veterinaria per le sue potenziali proprietà benefiche nella gestione di vari disturbi nei cani, inclusi l'ansia e gli attacchi di panico. Il CBD interagisce con i recettori del sistema endocannabinoide del cane, una rete complessa nel sistema nervoso che regola diverse funzioni, tra cui l'umore e la risposta allo stress. L'olio di CBD può potenziare la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che induce una sensazione di calma e benessere. I medici consigliano di iniziare con una dose bassa di olio di CBD per cani, incrementandola gradualmente fino a trovare la dose ottimale che aiuta il tuo cane a sentirsi più calmo. È sempre buona pratica consultare un veterinario prima di iniziare un nuovo supplemento, soprattutto se il tuo cane è già in terapia farmacologica. In questo studio viene esplorato come l’olio di CBD aiuta a gestire gli attacchi d’ansia nei cani.
  2. Erbe calmanti: le erbe come la camomilla, la valeriana e l'iperico sono state utilizzate per secoli in erboristeria per le loro proprietà calmanti e rilassanti. La camomilla è spesso utilizzata per calmare il sistema nervoso e può essere somministrata sotto forma di tè o tintura. La valeriana è nota per il suo effetto sedativo e può essere utile durante eventi particolarmente stressanti come i temporali o i fuochi d'artificio. L'iperico, spesso citato come l'antidepressivo della natura, può essere utilizzato per alleviare l'ansia a lungo termine. È importante ricordare che mentre queste erbe sono naturali, possono interagire con altri farmaci o avere effetti collaterali; quindi, è essenziale consultare un veterinario prima di somministrarle al tuo cane.
  3. Rimedi omeopatici: i rimedi omeopatici sono preparati naturali che mirano a trattare specifici sintomi o condizioni. Sono molto diluiti, il che li rende generalmente sicuri per l'uso nei cani. Alcuni rimedi omeopatici comunemente utilizzati per l'ansia sono: Aconitum napellus (Aconite) per l'ansia improvvisa, Phosphorus per cani che temono il tuono, e Pulsatilla per cani che tendono a essere timidi e ansiosi. Per somministrare un rimedio omeopatico, generalmente si mescolano i granuli in un bicchiere d'acqua e si applicano alcune gocce del liquido sulle gengive del cane. La scelta del rimedio giusto può richiedere un po' di sperimentazione, e un veterinario omeopatico può fornire preziose indicazioni su quale rimedio potrebbe essere più adatto al tuo cane.
  4. Essenze floreali di Bach: le essenze floreali di Bach sono preparati naturali realizzati utilizzando fiori specifici, creati circa 80 anni fa dal medico inglese Edward Bach. Queste essenze sono state progettate per aiutare a riequilibrare le emozioni e sono spesso utilizzate per gestire lo stress, l'ansia e altre emozioni negative. Per utilizzare le essenze floreali di Bach, puoi mettere alcune gocce direttamente sulla lingua del tuo cane o mescolarle con la sua acqua. Sono molto delicate e generalmente considerate sicure per l'uso nei cani, ma come sempre, è consigliabile consultare un veterinario prima di provarle.
  5. Oli essenziali: gli oli essenziali sono estratti concentrati ottenuti da piante, fiori e erbe, e possono avere proprietà calmanti e rilassanti. Ad esempio, l'olio essenziale di lavanda è noto per le sue proprietà calmanti e può essere utilizzato per aiutare a rilassare il tuo cane. Gli oli essenziali sono molto potenti e devono essere utilizzati con cautela. È importante diluire gli oli essenziali con un olio vettore, come l'olio di cocco o di mandorle, prima di usarli. Possono essere diffusi nell'aria o applicati su una coperta o un giocattolo del tuo cane. Alcuni oli essenziali possono essere tossici per i cani, quindi è essenziale informarsi bene e consultare un veterinario prima di utilizzarli.
  6. Musica calmante: la musica può avere un effetto calmante anche sui cani, proprio come sugli umani. Ci sono persino alcune playlist e album musicali creati appositamente per calmare i cani. La musica classica, in particolare, è stata trovata efficace nel ridurre i livelli di stress nei cani. Potresti provare a mettere un po' di musica classica o una playlist rilassante per cani quando sai che si verificherà una situazione stressante, come una tempesta o quando devi lasciare il cane da solo a casa.
  7. Esercizio fisico e giochi mentali: mantenere il tuo cane fisicamente e mentalmente stimolato può aiutare a prevenire l'ansia e gli attacchi di panico. L'esercizio fisico regolare, come passeggiate giornaliere e giochi di fetch, può aiutare a bruciare l'energia in eccesso e a mantenere il tuo cane calmo. I giochi mentali come i puzzle per cani o l'addestramento di nuovi comandi possono anche aiutare a mantenere la mente del tuo cane occupata e ridurre l'ansia. Assicurati che il tuo cane abbia abbastanza esercizio e stimolazione mentale ogni giorno per mantenere il suo corpo e la sua mente sani.

Supporto professionale

attacco panico cane

Il supporto professionale è fondamentale quando si tratta di gestire gli attacchi di panico nel tuo cane, specialmente se diventano frequenti o severi. Questo supporto può provenire da un veterinario o da un comportamentista cinofilo esperto.

Quando consultare un veterinario o un comportamentista cinofilo

  1. Frequenza e severità: se gli attacchi di panico diventano frequenti o se la loro severità aumenta, è il momento di cercare aiuto professionale. Un episodio occasionale di ansia potrebbe non essere motivo di preoccupazione, ma una tendenza costante necessita di attenzione professionale.
  2. Comportamenti distruttivi o pericolosi: se il tuo cane mostra comportamenti distruttivi o pericolosi durante un attacco di panico, come masticare mobili o tentare di fuggire, è decisamente il momento di consultare un professionista.
  3. Cambiamento nel comportamento generale: se noti cambiamenti nel comportamento generale del tuo cane, come apatia, perdita di appetito o problemi di sonno, potrebbe essere legato all'ansia e vale la pena discuterne con un professionista.
  4. Se i rimedi casalinghi non funzionano: se hai provato rimedi casalinghi senza successo, o se la situazione peggiora nonostante i tuoi sforzi, è il momento di cercare supporto professionale.

Terapie farmacologiche disponibili

  1. Farmacoterapia: in alcuni casi, la terapia farmacologica potrebbe essere raccomandata per gestire l'ansia del tuo cane. Ci sono vari farmaci disponibili che possono aiutare a calmare il tuo cane o a gestire i sintomi dell'ansia. È essenziale che qualsiasi farmaco sia prescritto e monitorato da un veterinario.
  2. Terapie integrative: oltre alla farmacoterapia e alle terapie comportamentali, ci possono essere altre terapie integrative che possono aiutare. Queste potrebbero includere l'agopuntura, il massaggio e altre.
  3. Piani di gestione a lungo termine: creare un piano di gestione a lungo termine con l'aiuto di professionisti può fornire un percorso chiaro per aiutare il tuo cane a gestire l'ansia e prevenire futuri attacchi di panico.

Il supporto professionale può fornire le risorse e le strategie necessarie per gestire efficacemente gli attacchi di panico del tuo cane, migliorando così la qualità della vita sia del tuo amico a quattro zampe che la tua.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down