Spedizione  gratuita per ordini superiori a 59
10% di sconto sul primo ordine per i nuovi registrati
Consegna anonima in 1-2 giorni lavorativi

Ansia da separazione nel cane: come gestirla in modo naturale

Stai cercando informazioni su come gestire l'ansia da separazione nel tuo cane? In questo articolo ti diremo come farlo in modo naturale.

19/10/2021
Tempo di lettura: 10 min
Indice Articolo
Indice Articolo

Ti è mai capitato, mentre ti stavi preparando per uscire di casa, che il tuo cane iniziasse ad agitarsi, ad ansimare o a guaire?

A nessun cane piace essere lasciato a casa da solo, trattandosi di un animale che ama particolarmente la compagnia degli umani, tuttavia esiste un disturbo che tanti padroni avvertono ma che non tutti sanno definire o identificare con certezza. Stiamo parlando dell’ansia da separazione nel cane.

Ti sarai accorto come accada immediatamente prima della tua partenza da casa o nel momento subito successivo. Il cane percepisce lo spiacevole e imminente evento perché ti vede infilare la giacca, le scarpe oppure prendere la borsa. Inizia così a dimostrare ansia, panico e un’angosciosa sensazione di disagio che ti rende molto difficile abbandonarlo per andare al lavoro, uscire con gli amici oppure svolgere le commissioni quotidiane.

Molto spesso l’ansia da separazione nel cane non ha a che vedere con una lunga assenza da casa. Potresti avere in mente di uscire solo per una decina di minuti e riscontrare ugualmente questo comportamento nel tuo amico a quattro zampe.

Secondo le ricerche condotte da RSPCA, la Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals, nel Regno Unito, pare che addirittura l’85% dei cani presi in esame soffra a causa della solitudine e pare che il 75% dei padroni si sia accorto di quanto il proprio cane abbia difficoltà a rimanere solo.

Da cosa è causata l’ansia da separazione del cane? Pare sia dovuta dalla genetica, che rende alcuni esemplari più predisposti di altri, ma anche da alcune abitudini che involontariamente i padroni acquisiscono.

La vera domanda è quindi come curare l’ansia da separazione nel cane in modo naturale, così da regalargli tranquillità senza minare la sua salute. Scopriamolo insieme.

Cosa si intende per ansia da separazione

Con il termine ansia da separazione si suole identificare un disturbo del comportamento che può colpire tanto gli esseri umani, soprattutto i bambini, quanto gli animali. Molti si chiedono come curare ansia e stress in modo naturale proprio perché esistono differenti tipologie di ansia e, all’interno dell’insieme più ampio, si colloca anche quella dovuta alla separazione più o meno lunga.

Il disturbo del comportamento si manifesta sia quando il padrone esce sia quando chiude il proprio cane in una stanza separata. I cani che ne soffrono sono esemplari particolarmente emotivi, che nella vita quotidiana non mancano mai di dimostrare il loro forte attaccamento al padrone. Abbiamo detto che la maggior parte dei cani lo manifesta, tuttavia coloro che soffrono di ansia lo fanno all’eccesso, tanto da provare un vero e proprio malessere quando si trovano da soli.

L’ansia può quindi sorgere prima che il padrone esca oppure subito dopo essersi chiuso la porta alle spalle. È facile rendersene conto poiché il cane si lancia in ululati disperati per diversi minuti.

È interessante notare che non tutti i membri della stessa famiglia suscitano la medesima angosciosa reazione nell’animale. È facile che quest’ultimo sia particolarmente legato a uno specifico membro e che risenta della sua assenza anche se in casa sono presenti altre persone. Può anche darsi che l’ansia si manifesti in modo più marcato quando è questa persona in particolare a uscire e non un’altra della famiglia.

Alcuni proprietari tendono a sminuire il comportamento ossessivo del proprio cane rassicurandolo sul fatto che tornerà presto, ma questo potrebbe non essere sufficiente sul lungo periodo. Ciò è vero anche perché alcuni cani combinano dei veri e propri disastri in casa per manifestare il disagio. Vediamo come capire se i comportamenti strani del tuo cane sono collegati all’ansia da separazione.

Perché i cani soffrono di ansia da separazione

cane che soffre di ansia da separazione

Prima di sondare gli eventuali rimedi naturali per curare l’ansia da separazione nel cane, è fondamentale capire perché questo disturbo comportamentale si manifesta.

In realtà, sono svariate le cause che possono portare un cane a soffrire d’ansia. In primis, un fattore genetico. Se hai esperienza con i cani ti sarai già accorto di come ciascuno abbia il proprio carattere e la propria emotività. Nonostante alcuni esemplari siano addirittura parenti, non è affatto scontato che abbiano la stessa indole.

Una seconda causa va ricercata in un cambiamento nella vita dell’animale. I cani sono abbastanza abitudinari e si sentono al sicuro in uno specifico ambiente piuttosto che in un altro. L’ansia da separazione in un cane adulto potrebbe manifestarsi, ad esempio, a seguito di un cambio di abitazione o di famiglia stessa. Quest’ultima eventualità non comprende solamente il caso in cui il cane sia venduto o regalato, ma anche quando cambia padroni all’interno del medesimo nucleo famigliare.

Molte persone pensano addirittura che l’ansia da separazione nel cane possa essere dovuta a maltrattamenti pregressi. Può essere certamente un fattore rilevante, ma non necessariamente una regola nel momento in cui si manifesta il disturbo dell’ansia. Non dimentichiamo che da maltrattamenti fisici e psicologici, anche negli animali, possono derivare una lunga serie di disturbi che portano a sintomi simili tra loro.

Se il cane ha già subito un abbandono in passato, potrebbe essere più incline a soffrirne anche in futuro. Ciò significa che devi essere tu, padrone, a comportanti di conseguenza per evitare che il cane si senta minacciato ogni volta in cui esci di casa.

Infine, è interessante notare come alcuni degli esemplari che soffrono di ansia da separazione siano proprio quelli che trascorrono la maggior parte del loro tempo con i padroni e non sono quindi abituati a stare soli.

Quali sono i sintomi dell’ansia da separazione nel cane

cane ansioso

Ora che abbiamo capito in cosa consiste il disturbo e quali sono le cause, dobbiamo scoprire se i comportamenti del tuo cane possono sottendere un’ansia da separazione oppure se sono da attribuire a un’altra patologia. 

Analizziamo insieme quali sono i principali sintomi dell’ansia da separazione nel cane:

  • Ti segue ovunque vai, soprattutto quando capisce che stai per uscire di casa o per andare in un’altra stanza;
  • Cerca in ogni modo di uscire insieme a te invece di lasciarti andare tranquillo;
  • Ansima eccessivamente;
  • Piagnucola, abbaia forte oppure guaisce mentre stai uscendo;
  • Ulula appena si rende conto di essere rimasto da solo;
  • Rimane per decine di minuti, o addirittura ore, accanto alla porta sperando in un tuo imminente ritorno;
  • Cerca di scavare un’apertura vicino alla porta da cui sei uscito o a una delle finestre della casa;
  • Distrugge mobili oppure altri oggetti;
  • Urina dove capita quando generalmente non lo fa;
  • Si rifiuta di mangiare anche dopo il tuo ritorno;
  • Non riesce a tranquillizzarsi e a riposare mentre tu non ci sei;
  • Reagisce in modo eccessivo ai rumori forti.

Oltre a esaminare i sintomi dell’ansia da separazione nel cane quando lo lasci solo, è interessante approfondire anche il comportamento che ha quando rientri. Alcuni cani si rannicchiano e sembrano abbattuti, mentre molti altri fanno delle eccessive feste al padrone.

Quest’ultima eventualità potrebbe farti pensare che vada tutto bene ma non devi lasciarti ingannare. Se hai riscontrato uno o più dei comportamenti appena visti, nonostante l’estrema contentezza al tuo rientro, è molto probabile che il tuo cane soffra di ansia da separazione. Se sei abbastanza sicuro di aver individuato il disturbo corretto, non rimane altro da fare che scoprire quali sono i rimedi per curarlo.

Come si cura l’ansia da separazione nel cane in modo naturale

Il disturbo dell’ansia da separazione nel cane potrebbe darti molti pensieri, e ne avresti tutte le ragioni nel momento in cui vedi il tuo amico a quattro zampe soffrire. Per fortuna esistono dei metodi che puoi provare, tutti naturali, per curarlo e permettergli di vivere più tranquillamente la quotidianità.

Usa l’olio di CBD per cani

Olio CBD per cani che soffrono di ansia da separazione

Finora ci siamo concentrati su metodi per ridurre l’ansia da separazione nel cane che altro non sono se non delle buone abitudini che puoi introdurre nella tua quotidianità. Tuttavia, se queste non dovessero bastare, puoi tentare con un altro rimedio naturale: il CBD oil.

L’olio a base di CBD, il principio attivo contenuto all’interno della pianta di canapa, possiede numerose proprietà benefiche. Tra le più comuni troviamo quella antidolorifica, antinfiammatoria, anticonvulsivante, antidepressiva, curativa per i disturbi dell’appetito, del sonno, nonché dell’ansia e dello stress.

Ti invitiamo a leggere tutti i benefici nell’articolo dedicato all’olio di CBD per cani, all’interno del quale potrai trovare le informazioni di cui hai bisogno su questo potente e antico rimedio naturale.

Creare una routine

Gli animali domestici hanno bisogno di una routine ben prestabilita per sentirsi al sicuro. Educando il tuo cane in questo modo lui saprà che, anche se vai via, poi tornerai. Ad esempio, se tutti i giorni devi andare a lavoro, abitualo a rimanere da solo sempre negli stessi slot orari così da prepararlo a quando accadrà il giorno successivo.

Evita assolutamente di affidare il tuo cane a un familiare o a un vicino pensando che in questo modo si senta meno solo perché finiresti con il nuocergli di più, dato che a lungo andare non sarebbe più in grado di rimanere da solo.

Cosa succede se la tua routine viene stravolta? Come è accaduto durante il periodo pandemico, potrebbero esserci cause di forza maggiore che ti costringono a rimanere a casa più del dovuto. In questo caso, cerca di non tenere il cane sempre con te ma di mantenere la routine che avevi in precedenza.

Rimani calmo

Vedere il tuo cane agitato mentre stai uscendo di casa potrebbe destabilizzarti. Di fronte a un’eccessiva manifestazione di disagio potresti a tua volta agitarti senza motivo, creando così ancora più ansia nel tuo animale. Inoltre potresti, anche involontariamente, rimproverarlo troppo duramente o punirlo.

Tutti questi atteggiamenti da parte tua devono essere assolutamente evitati. Ricorda che un animale in preda all’ansia deve sentirsi protetto e non attaccato. Rivolgigli quindi delle parole di comprensione ricorrendo a un tono di voce calmo e misurato. Il tuo cane deve capire che sta andando tutto bene anche se ti devi assentare per un po’.

Stanca il tuo cane

cane stanco - ansia da separazione

Evita di allontanarti di punto in bianco quando lui sta riposando o ti sta facendo compagnia. Se si trova in uno stato rilassato potrebbe essere naturalmente portato a voler uscire con te rendendoti così il compito molto più difficile del dovuto. Se hai il tempo di farlo, un ottimo rimedio naturale contro l’ansia da separazione nel cane è l’esercizio fisico.

Piuttosto, accompagnalo a fare una passeggiata oppure gioca con lui. Se ti dedicherai alla sua attività fisica prima di andare via è molto più facile che l’animale si senta appagato e abbia voglia di riposarsi mentre non ci sei.

Lascia accesa la televisione

Pare che i programmi televisivi, soprattutto quelli dove sono presenti altri cani, abbiano un impatto molto positivo sugli amici a quattro zampe. Un buon rimedio per mitigare l’ansia da separazione nel cane è quindi quello di lasciare la televisione accesa mentre sei fuori.

Questo stratagemma impedisce all’animale di rimanere da solo in una casa silenziosa, fattore che potrebbe acuire il disturbo invece di mitigarlo. Pensa che il tale Ron Levi ha progettato dei programmi televisivi apposta per i cani già nel 2007, pensati per rilassare gli animali stimolandoli con immagini e musica, e riducendo così l’agitazione e lo stress.

Ricorri al kennel per l’ansia da separazione

Una parentesi deve essere aperta anche nei confronti del kennel, meglio conosciuto come trasportino. Le opinioni sul kennel e l’ansia da separazione sono controverse perché molto dipende da come reagisce il singolo cane.

Alcuni padroni, nel momento in cui il proprio animale è agitato, potrebbero essere indotti a chiuderlo all’interno di una gabbia. A quest’ultima esistono alternative decisamente più valide come i cancellini o il trasportino. Ci sono cani che, se abituati quando i padroni sono in casa, potrebbero addirittura sentirsi al sicuro all’interno del kennel.

Attenzione però, perché molti altri potrebbero invece sentirsi minacciati e intensificare così il proprio disagio. Ciò significa che devi effettuare delle prove mentre sei insieme al tuo cane per vedere come reagisce al trasportino.

Come abbiamo già sottolineato, a volte un cambio di routine potrebbe non essere sufficiente per aiutare il tuo amico a quattro zampe a superare l’ansia da separazione. Per questo esistono rimedi naturali come l’olio di CBD che ti possono aiutare a curare in modo biologico il tuo compagno di vita. Visita subito il nostro shop per scoprire l’olio e tantissimi altri prodotti firmati Crystalweed a base di cannabis light.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Crystalweed®
chevron-down