+39 3271385533
Fino al 31 maggio spendi almeno 79 euro e scegli 1 cosmetico in omaggio (Codice: COSGIFT)

Comunicazione importante: udienza del 16 gennaio 2024 al TAR per richiedere l'annullamento del decreto (che elencava il CBD a uso orale nella tabella degli stupefacenti)

16 Gennaio 2024 alle 10:00
Tempo di lettura: 4 min

Aggiornamento del 16 gennaio 2024:

All'interno del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, oggi si è tenuta un'importante udienza riguardante il settore della canapa industriale. È stata discussa la richiesta di ICI di annullamento del Decreto Ministeriale del 7 agosto 2023, emesso dal Ministero della Sanità. Questo decreto inserisce le "preparazioni orali di cannabidiolo ottenute da estratti di Cannabis" nella tabella dei farmaci, sezione B, del DPR 9 ottobre 1990, n. 309.

Il Tribunale Amministrativo aveva precedentemente accolto la richiesta di ICI di sospendere temporaneamente il decreto il 5 ottobre, decisione confermata il 24 ottobre dopo un'analisi collegiale. Tuttavia, l'udienza di oggi ha preso una svolta inattesa quando l'Avvocatura di Stato, senza nuove prove a sostegno, ha proposto un rinvio in attesa del parere dell'Istituto Superiore di Sanità, consulente tecnico-scientifico del Ministero della Sanità.

Pur comprendendo la possibile necessità del tribunale di acquisire ulteriori dettagli e valutazioni, rimane urgente la necessità di annullare definitivamente un decreto privo di sostegno scientifico. Nei prossimi giorni, il TAR dovrà scegliere se accogliere la richiesta di rinvio, aspettando il parere dell'Istituto Superiore di Sanità, o proseguire verso la sentenza finale.

La decisione del TAR influenzerà notevolmente la commercializzazione dei prodotti a base di CBD e l'intero settore produttivo. Nonostante la fiducia nella giustizia, siamo consapevoli delle sfide che potremmo incontrare in questo percorso legale.

Vi terremo aggiornati con le ultime novità su questa situazione.


Aggiornamento 26 ottobre 2023:

Siamo entusiasti di annunciare che il Tar del Lazio ha confermato la sospensione del decreto sul CBD.

Questo importante risultato è stato possibile grazie all'associazione ICI - Imprenditori Canapa Italia, di cui il nostro amministratore delegato Raffaele Desiante è il presidente. Grazie al loro impegno, siamo riusciti a evitare che i prodotti a base di CBD venissero limitati solo al circuito farmaceutico.

L'udienza per discutere l'annullamento del decreto è prevista per il 16 gennaio 2024.

Siamo orgogliosi di essere sempre in prima linea per sostenere la libera commercializzazione dei prodotti a base di CBD.

Continueremo a lavorare con il massimo impegno per cercare le soluzioni più opportune per una regolamentazione chiara che metta al centro la tutela del consumatore e l'accesso a questi prodotti a un prezzo equo e accessibile a tutti.


Aggiornamento 5 Ottobre 2023:

L'Associazione ICIImprenditori Canapa Italia, associazione di cui facciamo parte e di cui il nostro amministratore delegato ne é presidente, ha depositato un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, con l'assistenza dello studio legale Prestige Legal & Advisory, per annullare il Decreto Ministeriale del 7 agosto 2023 del Ministero della Sanità. Questo DM aveva inserito le "composizioni per somministrazione ad uso orale di cannabidiolo ottenuto da estratti di Cannabis" nella tabella dei medicinali, come indicato dal DPR 9 ottobre 1990, n. 309 ("Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza").

Il ricorso denuncia l'illegittimità del DM sia per la mancanza di un parere del Consiglio Superiore di Sanità, sia perché non è stato chiarito se gli effetti del cannabidiolo variano con la percentuale di utilizzo. Inoltre, il ricorso contesta la decisione di classificare il cannabidiolo come una sostanza stupefacente o psicotropa, in contrasto con la giurisprudenza europea e le posizioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Una domanda cautelare presidenziale è stata anche proposta per ottenere la sospensione immediata del DM, a seguito di ispezioni e sequestri di merce nei confronti degli operatori economici.

Importante: In conseguenza dell’anzidetto decreto, l’efficacia del DM del 7.8.2023 è dunque sospesa fino alla camera di consiglio del 24.10.2023, come stabilito dal decreto n. 6652/2023 pubblicato il 5.10.2023 dal Tar Lazio, Roma.

Leggi qui il testo completo di Imprenditori Canapa Italia.


Il 20 settembre è entrato in vigore un decreto del Ministero della Salute che ha inserito le composizioni con CBD ad uso orale (olio di CBD) nella tabella delle sostanze stupefacenti. Questa decisione è in netto contrasto con le sentenze e normative europee, e non tiene conto delle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha rimosso il CBD dalla lista delle sostanze pericolose.

L’associazione di categoria Imprenditori Canapa Italia, di cui facciamo parte, ha deciso di agire per tutelare il settore produttivo della canapa industriale. Abbiamo impugnato il provvedimento presso il TAR per chiedere l'annullamento.

Dal 2020 facciamo parte del Novel Food Consortium di EIHA (l’Associazione europea della canapa), con il quale abbiamo finanziato importanti studi scientifici. Questi studi dimostrano che i prodotti con CBD, oltre a poter essere utilizzati come farmaci, possono essere assunti come integratori alimentari e addirittura come alimenti, a seconda delle concentrazioni e dei dosaggi. Attualmente, i nostri prodotti sono in fase di autorizzazione come Novel Food presso l’EFSA l'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare.

Fino a oggi, i nostri oli non sono mai stati categorizzati in modo specifico poiché le normative nazionali consentono diversi usi, compreso quello cosmetico. Pertanto, fino a quando non otterremo l'autorizzazione a commercializzarli come integratori alimentari, gli stessi oli saranno destinati esclusivamente all'uso topico.

La nostra missione è garantire l'accesso sicuro e regolamentato al CBD per tutti e al giusto prezzo!
Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti su questa importante questione.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down