Spedizione  gratuita per ordini superiori a 59
10% di sconto sul primo ordine per i nuovi registrati
Consegna anonima in 1-2 giorni lavorativi

Si può mischiare il CBD con l'alcol? Ecco cosa dicono le ricerche

Vuoi sapere cosa succede se mischi il CBD con alcol e soprattutto se può essere rischioso per la tua salute? In questo articolo abbiamo riportato diversi studi, anche se iniziali, degli effetti del CBD durante l’assunzione di alcol. Beh, a quanto dicono gli scienziati, il CBD permette di godere solamente degli effetti positivi come la rilassatezza e l’allegria, ma questo non è tutto. Continua a leggere per saperne di più.

25/04/2022
Tempo di lettura: 8 min
Indice Articolo
Indice Articolo

Stai cercando una sostanza in grado di rilassarti durante un periodo di forte stress? Di renderti un po’ più euforico? Hai pensato di mischiare CBD e alcol ma non sai quali saranno gli effetti collaterali?

Con la progressiva legalizzazione dei prodotti a base di cannabis legale, il mercato è esploso. Il cannabidiolo, medicina naturale utilizzata fin dall’antichità, ha innumerevoli proprietà benefiche. Se sai cos’è il CBD sai anche che è in grado di ridurre le infiammazioni, il dolore, far sorgere l’appetito, far passare l’insonnia, curare l’ansia e la depressione e tantissimo altro ancora. 

Nonostante non provochi un effetto psicoattivo come il suo fratello THC, anch’esso presente in piccola parte nelle infiorescenze di CBD, il cannabidiolo è in grado di infondere rilassatezza e di far passare la tristezza

Tutti benefici che è possibile ottenere, anche se temporaneamente, attraverso l’alcol.

Ecco allora che tantissime persone desiderose di superare un dolore fisico o mentale, di tranquillizzarsi dopo un periodo stressante o di sentirsi semplicemente più leggere fanno un cocktail di CBD e alcol

Ma questa tendenza, molto diffusa sia negli Stati Uniti che in Europa, è sicura per la salute?

Diversi medici hanno effettuato ricerche sull’argomento e si sono pronunciati sugli effetti derivanti dal mischiare CBD e alcol. Questi possono infatti interagire sia se vengono assunti contemporaneamente sia se assunti a distanza di poche ore l’uno dall’altro, poiché rimangono in circolo nel sangue.

Dato che molti utenti si pongono le medesime domande, abbiamo pensato di basarci sulle ricerche effettuate per dare una risposta a interrogativi estremamente attuali cercando di fare chiarezza sul tema. Scopriamo insieme se è possibile mischiare CBD e alcol e quali sono le conseguenze.

Il CBD può potenziare gli effetti dell’alcol

Come mai tante persone, soprattutto ragazzi, bevono una grande quantità di alcol?

L’alcol abbassa le inibizioni, rende più sciolti, allevia lo stress e le tensioni, riduce il dolore, permette di distrarsi dai problemi emotivi e provoca anche momenti di amnesia. Insomma, apparentemente (e lo sottolineiamo) aiuta a superare momenti critici della vita.

Tutto questo accade perché l’alcol è un sedativo del sistema nervoso.

Già dopo i primi bicchieri l’attività cerebrale rallenta, i blocchi che normalmente controllano i comportamenti da sobri cadono e ci si sente molto più liberi. Questo senso di libertà e spensieratezza è ciò che porta milioni di persone a bere alcol. 

Ma cosa succede a mischiare CBD e alcol?

In effetti, anche il CBD lavora sul sistema nervoso attraverso il cosiddetto sistema endocannabinoide. È proprio interagendo con quest’ultimo che il cannabidiolo è in grado di rilassare l’organismo e di sviluppare la dopamina, l’ormone della felicità.

Quindi, se CBD e alcol producono circa gli stessi effetti, mischiarli ne aumenta l’azione?

Se lo sono chiesti anche gli scienziati, i quali hanno realizzato uno studio sull’interazione di cannabidiolo e alcol nell’uomo che è poi stato pubblicato sulla rivista Psychopharmacology. A sei volontari maschi e a quattro femmine sono stati somministrati dei trattamenti a base di CBD e alcol. Il test ha voluto studiare i parametri delle prestazioni motorie e quelle psicomotorie. È emerso che la combinazione di alcol e CBD ha prodotto delle significative alterazioni, sopravvalutazione della produzione di tempo e risposte soggettive che hanno manifestato l’autopercezione della loro intossicazione. 

Ciò significa che mischiare CBD e alcol può portare a un aumento delle disinibizioni e della spensieratezza. Inoltre, il professore di neurologia e biochimica al Georgetown University Medical Center James Giordano ha affermato che possono interagire fra di loro anche a 4-8 ore di distanza. 

Il CBD abbassa i livelli dell’alcol nel sangue

mischiare CBD con l'acol nel sangue

Dal precedente studio sull’interazione di CBD e alcol nell’uomo è emerso anche che la combinazione tra le due sostanze ha comportato dei livelli di alcol nel sangue significativamente più bassi rispetto a quanto sarebbe successo se fosse stato assunto solamente alcol.

Quando il contenuto di alcol nel sangue è elevato, ci si sente molto più “ubriachi”.

Ciò significa che se il CBD abbassa il livello di alcol nel sangue, questa sensazione di ubriacatura dovrebbe essere più contenuta. 

Tuttavia, è stato effettuato uno studio su cannabidiolo ed etanolo più recente che sembra smentire quanto detto dal precedente. Lo studio ha valutato gli effetti del CBD sulla concentrazione di etanolo nel sangue dei topi, sull’ipotermia e sulle convulsioni. Dai risultati è emerso che il cannabidiolo ha ridotto l’ipotermia indotta dall’etanolo e le convulsioni, ma non ha modificato la concentrazione di etanolo nel sangue. Anche se ha ridotto l’assunzione dello stesso. 

Per ora gli studi in questo settore sono ancora a un livello iniziale ed è impossibile affermare con certezza una tesi piuttosto che l’altra. Dovremo aspettare altre ricerche sull’interazione tra CBD e alcol. Queste probabilmente non tarderanno ad arrivare poiché sta aumentando sempre di più la richiesta di prodotti come l’olio di cannabis anche per il trattamento della dipendenza da altre droghe. Pare, infatti, che il CBD sia in grado di proteggere dagli effetti negativi e di dipendenza da altre sostanze, compreso l’alcol. 

Il CBD protegge dagli effetti negativi dell’alcol

Quali sono gli effetti negativi dell’alcol? Per alcuni il fatto stesso di essere ubriachi. Per certe persone sentirsi ubriache può essere positivo, e quindi il motivo per cui bevono, mentre da altre può essere considerato un effetto collaterale. Inoltre, l’alcol non colpisce tutti allo stesso modo, alcuni possono sentirsi felici mentre altri estremamente tristi. 

Tuttavia, ci sono molti altri effetti collaterali

Bere molto alcol può provocare dei seri danni al fegato, la morte delle cellule cerebrali, precoci problemi cardiaci e molto altro. 

Ma guardiamo cosa accade dall’altra parte…

Gli scienziati hanno scoperto che il CBD, agendo sul sistema endocannabinoide, è in grado di alleviare problemi al cuore così come prevenire il deperimento delle cellule cerebrali. Molti pazienti con problemi simili ricorrono infatti al CBD per ottenere benefici.

Ferma restando questa considerazione, il CBD è potenzialmente in grado di ridurre gli effetti negativi dell’alcol?

 Parrebbe proprio di .

A dirlo per quanto riguarda le cellule cerebrali è uno studio effettuato sulla somministrazione di CBD su ratti con problemi neurologici legati all’assunzione di alcol. Il consumo eccessivo di alcol provoca neurodegenerazione e disturbi sia comportamentali che cognitivi che si ipotizza contribuiscano alla natura cronica dell’alcolismo. Lo studio ha voluto sperimentare la somministrazione del cannabidiolo per il trattamento della neurodegenerazione indotta dall’alcol. Gli scienziati hanno applicato del gel a base di CBD sulla pelle dei ratti e hanno scoperto che questo ha effettivamente comportato una riduzione del 48,8%. 

E per quanto riguarda i danni al fegato? È stato realizzato uno studio sulla capacità del cannabidiolo di proteggere il fegato dalla steatosi indotta da alcol. La steatosi, chiamata anche “fegato grasso”, è una condizione per cui si verifica un accumulo anomalo di trigliceridi nelle cellule del fegato. È emerso che il CBD riduce i danni e aiuta le cellule del fegato a rigenerarsi. 

Il CBD può essere usato per trattare la dipendenza da alcol

mischiare CBD con l'acol

Prima abbiamo accennato al fatto che il CBD sembra essere efficace nel trattamento di dipendenza da sostanze. Questo vale anche per l’utilizzo di alcol?

Numerosi studi sono già stati realizzati sulla capacità del CBD di aiutare le persone dipendenti da droghe così come sul suo potenziale terapeutico per la prevenzione delle ricadute. I disturbi da uso di sostanze, infatti, sono caratterizzati da un rischio cronico di recidiva indotto da molteplici motivazioni, come il controllo alterato degli impulsi, la suscettibilità allo stress ed elevati livelli di ansia. Il test è avvenuto sui ratti con storie di somministrazione di alcol o cocaina. I risultati hanno dimostrato che il CBD attenua la ricerca di droghe con degli effetti che si manifestano molto oltre la durata del trattamento. Inoltre, i ricercatori hanno notato che il CBD ha attenuato l’ansia elevata nei ratti, uno dei fattori di rischio per la ricaduta. È emerso anche che il cannabidiolo è privo di effetti sedativi.

La dipendenza da sostanze non dipende quindi solamente dall’assuefazione dell’organismo alla sostanza stessa, ma anche dalla difficoltà a sostenere i sintomi da astinenza

Uno studio sul cannabidiolo come nuovo candidato nella farmacoterapia per il disturbo da uso di alcol ha dimostrato che il CBD attenua la ricerca di alcol provocata da segnali di stress, l’autosomministrazione di alcol, le convulsioni indotte dall’astinenza e l’impulsività delle ricompense ritardate. 

Anche se le indagini sull’uomo sono ancora troppo scarse, i risultati finora raggiunti con gli animali sembrano assolutamente incoraggianti. 

Quindi cosa succede mischiando CBD e alcol

Se prestiamo fede a quanto è emerso nelle ricerche che abbiamo appena analizzato, mischiare CBD e alcol può aiutare a godere solamente degli effetti positivi come la rilassatezza e l’allegria senza incappare in quelli negativi come i danni al fegato e alle cellule cerebrali. 

Ovviamente, questo non deve indurti a bere di più sapendo che puoi limitare gli effetti collaterali attraverso il CBD. 

L’interazione delle due sostanze non è ancora stata studiata abbastanza a fondo per escludere con certezza controindicazioni o per sapere esattamente quale sia la reazione dell’organismo. Senza contare che ogni persona reagisce a modo proprio. Gli esperti consigliano di iniziare sempre con piccole dosi per capire qual è la risposta del proprio corpo. 

In ogni caso, ti consigliamo di farlo quando sei in compagnia di persone di fiducia e quando non devi guidare. Il fatto che il cannabidiolo riduca il livello di etanolo nel sangue non deve assolutamente indurti a bere di più se poi devi rimetterti al volante. 

Ricorda che entrambe le sostanze devono essere gestite con intelligenza e giudizio. Detto questo, nel nostro shop puoi trovare tantissimi prodotti a base di CBD. Visitalo subito e trova quelli che più ti piacciono.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

chevron-down