+39 3271385533
Fino al 31 maggio spendi almeno 79 euro e scegli 1 cosmetico in omaggio (Codice: COSGIFT)

Cos'è l'olio di CBD spremuto a freddo?

6 Novembre 2023 alle 10:00
Tempo di lettura: 8 min

Partiamo con una premessa: l'olio di CBD spremuto a freddo non va confuso con l’olio di CBD. La spremitura a freddo è un metodo di estrazione sempre più popolare, soprattutto in Francia, dove molti utenti ricercano anche l’olio di CBD spremuto a freddo. 

Ma facciamo chiarezza. 

Cos’è l’olio di CBD?

Estratto delicatamente dalla pianta intera canapa, l’olio di CBD conserva tutti i composti naturali di questa pianta preziosa. L’estrazione è una parte molto importante nella produzione dell’olio di CBD. Una buona estrazione dell’olio non solo preserva i cannabinoidi, ma anche i terpeni e i flavonoidi, rendendolo un prodotto completo. 

Definizione dell'Olio di CBD spremuto a freddo

La definizione di olio di CBD spremuto a freddo può generare confusione. Il CBD viene estratto dalla pianta di Cannabis Sativa L., e successivamente viene miscelato con un olio vettore. La spremitura a freddo si riferisce al processo utilizzato per ottenere l'olio vettore, non l'estratto di CBD. Per esempio, olio di semi di canapa o olio d'oliva (che sono oli vettore) possono essere ottenuti tramite la spremitura a freddo. Questo processo permette di conservare meglio i nutrienti rispetto a metodi che impiegano il calore. Quando si parla di olio di CBD spremuto a freddo, si fa riferimento all'olio vettore utilizzato, non all'estratto di CBD. È importante evitare di confondere il processo di estrazione del CBD con quello di ottenimento dell'olio vettore. 

Il processo di estrazione a freddo

processo estrazione olio cbd a freddo

Il processo di estrazione a freddo degli oli vettori, come l'olio d'oliva, è un metodo meccanico che mira a preservare la qualità e i nutrienti dell'olio. 

Ecco come funziona, step per step, basandosi sul processo di estrazione dell'olio d'oliva, che è un tipico esempio di olio vettore:

  • Selezione e pulizia: si inizia con la selezione dei frutti giusti, come le olive, seguita dalla rimozione delle foglie e altre impurità tramite ventole e setacci. Successivamente, i frutti vengono lavati con acqua corrente per garantire una pulizia ulteriore​​.
  • Frantumazione: i frutti selezionati vengono poi inviati al frangitore, un dispositivo che li frantuma creando una sorta di poltiglia umida, conosciuta come pasta di olive​​.
  • Gramolatura: la pasta ottenuta viene poi sottoposta a un processo chiamato gramolatura. Durante questa fase, la pasta viene rimescolata lentamente a una temperatura controllata, che aiuta a separare l'olio dal resto della miscela​.
  • Estrazione: l'estrazione dell'olio dalla pasta si realizza mediante la pressione. Nella spremitura a freddo, questa fase viene eseguita a una temperatura inferiore ai 27°C per preservare le caratteristiche organolettiche, nutrizionali e salutistiche dell'olio​. La pasta viene disposta su dischi di fibra, che vengono poi pressati per separare l'olio dal resto della miscela​​.
  • Separazione: infine, l'olio viene separato dall'acqua di vegetazione mediante centrifugazione. Questa fase assicura che l'olio estratto sia puro e pronto per l'uso​​.

Questo processo meccanico, eseguito senza l'uso di calore o solventi chimici, è molto apprezzato per la sua capacità di produrre oli vettori di alta qualità che conservano meglio le proprietà benefiche dei frutti da cui provengono.

Differenze tra gli oli vettore olio mct, olio di oliva, olio di semi di canapa

Gli oli vettori sono fondamentali nella produzione dell'olio di CBD. Sono utilizzati per diluire l'estratto di CBD, rendendolo più facilmente dosabile, assorbibile e somministrabile. Ogni olio vettore ha delle peculiarità che possono influire sull'esperienza finale. 

Vediamo di seguito le differenze tra olio MCT, olio di oliva e olio di semi di canapa come oli vettori per il CBD.

  1. Olio MCT (Trigliceridi a Catena Media):
    • Biodisponibilità: l'olio MCT è conosciuto per aumentare la biodisponibilità del CBD, facilitandone l'assorbimento​.
    • Digeribilità: si digerisce facilmente rispetto ad altri oli vettori​.
    • Inodore e Insapore: l'olio MCT è inodore e insapore, il che lo rende una scelta popolare per chi non ama i sapori forti​.
  2. Olio di Oliva:
    • Rapporto Omega-6 e Omega-3: l'olio di oliva ha un rapporto medio di 10:1 tra omega-6 e omega-3, meno ottimale rispetto all'olio di semi di canapa se non si ha un apporto sufficiente di omega-3 nella dieta​.
    • Sapore Delicato: Ha un sapore più delicato e familiare rispetto all'olio di semi di canapa, rendendolo una scelta preferita per chi non apprezza il sapore della canapa​​.
    • Stabilità e Conservazione: l'olio di oliva è ricco di grassi saturi, conferendo una maggiore durata di conservazione al CBD rispetto all'olio di semi di canapa​​.
  3. Olio di Semi di Canapa:
    • Rapporto Omega-6 e Omega-3: ha un rapporto di 3:1, vicinissimo al rapporto nutrizionale ideale di 4:1, rendendolo una scelta migliore per chi necessita di bilanciare l'apporto di questi acidi grassi​.
    • Sapore Caratteristico: l'olio di semi di canapa ha un sapore di nocciole che può essere apprezzato da alcuni, ma non da tutti​.
    • Reazioni Allergiche: esiste un basso rischio di reazioni allergiche per chi è allergico alle noci o ai semi​​.

La scelta dell'olio vettore può dipendere dalle preferenze personali, dalle esigenze dietetiche e dalla tolleranza individuale.

Benefici dell’olio di CBD

  1. Antiossidanti:
    • Uno studio pubblicato su PubMed ha esplorato gli antiossidanti presenti negli oli. Gli scienziati hanno scoperto che quest'olio conserva meglio tocoferoli, polifenoli e squalene, che sono dei validi alleati nel proteggere le nostre cellule dai danni causati dai radicali liberi. Questi antiossidanti contribuiscono anche a mantenere l'olio fresco per più tempo, come se fossero una sorta di conservante naturale (link allo studio).
  2. Ansiolitici:
    • Gli scienziati hanno eseguito uno studio per cercare di capire se il CBD può essere d'aiuto per ridurre l'ansia. Hanno scoperto che in alcune situazioni stressanti, come parlare in pubblico, il CBD sembra aiutare le persone a sentirsi meno ansiose. Tuttavia, non tutti gli studi arrivano alla stessa conclusione, il che rende la questione un po' complicata e affascinante al tempo stesso (link allo studio).
  3. Sonno:
    • Un articolo di Harvard Health ha raccolto diverse ricerche sul CBD e il sonno. Pare che il CBD possa aiutare le persone a prendere sonno più facilmente e a mantenere un sonno profondo durante la notte. Questo suona come una bella notizia per chi passa le notti a contare le pecore invece di dormire (link allo studio).
  4. Dolore Cronico:
    • Gli scienziati stanno esplorando il CBD come un possibile supporto per il dolore cronico. In alcuni studi, il CBD sembra mostrare segnali positivi nel fornire un certo grado di sollievo dal dolore. Ma c'è ancora molto da scoprire e gli scienziati sono entusiasti di continuare ad esplorare questo campo (link allo studio).
  5. Dolore Muscolare e Spasticità:
    • Gli scienziati hanno esaminato come il CBD potrebbe aiutare a ridurre la spasticità muscolare e il dolore in persone con condizioni come fibromialgia o sclerosi multipla. In alcune ricerche, il CBD sembra aiutare a rilassare i muscoli, rendendo più facile muoversi senza dolore. Questa è una prospettiva incoraggiante per chi cerca sollievo dalla spasticità muscolare (link allo studio).
  6. Artrite:
    • Alcuni studi sugli animali hanno esplorato l'effetto del CBD sull'artrite. Sebbene non ci siano ancora risultati definitivi, gli scienziati sono intrigati dalla possibilità che il CBD possa aiutare a ridurre il dolore e l'infiammazione associati all'artrite (link allo studio).
  7. Gestione del Dolore:

Utilizzo dell'Olio di CBD

Olio CBD spremuto a freddo
Foto dell'olio di CBD visto dall'alto.

L'olio di CBD può essere applicato topicamente sulla pelle, specialmente se l'obiettivo è ridurre l'infiammazione o alleviare il dolore muscolare e articolare​​.

Gli oli di CBD possono anche essere utilizzati in preparazioni topiche come lozioni o creme.

Dosaggio:

Non sono disponibili dosaggi standardizzati per l'olio di CBD spremuto a freddo. È importante notare che la Food and Drug Administration (FDA) non ha stabilito ancora i dosaggi ufficiali per i prodotti CBD come integratori alimentari e alimenti.

Consigli Generali:

È consigliabile iniziare con una quantità minima di olio di CBD spremuto a freddo, monitorando attentamente qualsiasi reazione prima di aumentare la dose. Occorre consultare un professionista sanitario prima di iniziare a utilizzare l'olio di CBD, specialmente se si stanno assumendo altri farmaci o si hanno condizioni mediche preesistenti.

Come Scegliere un Olio di CBD di Alta Qualità:

Scegliere un olio di CBD di alta qualità può sembrare una sfida, specialmente con così tante opzioni disponibili sul mercato. 

Tuttavia, prendendo in considerazione alcuni fattori chiave, è possibile fare una scelta informata e trovare un prodotto che soddisfi le proprie esigenze. 

Ecco alcuni aspetti da valutare:

  1. Prodotto Naturale: la canapa da cui viene estratto il CBD deve essere coltivata senza l'uso di pesticidi o sostanze chimiche nocive. Questo è importante perché la canapa è una pianta "bioaccumulativa" che assorbe tutto ciò che si trova nel suolo in cui cresce.
  2. Concentrazione di CBD: la concentrazione di CBD è un altro fattore cruciale da considerare. È espressa in milligrammi (mg) e indica la quantità di CBD presente nell'olio. Un'alta concentrazione di CBD indica un prodotto più potente. È importante notare che una concentrazione più alta non è sempre migliore, specialmente per i principianti.
  3. Trasparenza del Produttore: i produttori affidabili forniranno sempre informazioni dettagliate sul loro processo di estrazione e sui risultati dei test di laboratorio. Questo aiuta a garantire che l'olio di CBD che stai acquistando sia di alta qualità e conforme agli standard di sicurezza.
  4. Test di Laboratorio: i test di laboratorio condotti da terze parti sono essenziali per confermare la purezza e la potenza dell'olio di CBD. Questi test possono rivelare la presenza di metalli pesanti, pesticidi e altre sostanze nocive. I risultati dovrebbero essere facilmente accessibili sul sito web del produttore.
  5. Provenienza della Canapa: la provenienza della canapa può influenzare la qualità dell'olio di CBD. Le piante di canapa coltivate in suoli ricchi e non inquinati tendono a produrre olio di CBD di migliore qualità.
  6. Prezzo: anche se può essere tentati di andare per l'opzione più economica, ricorda che "ottieni quello per cui paghi". Un olio di CBD di alta qualità potrebbe costare di più, ma offre anche una migliore garanzia di purezza e qualità.
  7. Recensioni dei Clienti: leggere le recensioni dei clienti può fornire una visione pratica della qualità e dell'efficacia dell'olio di CBD. È una buona idea leggere recensioni su diversi siti per ottenere una visione equilibrata.
  8. Imballaggio: l'imballaggio può influenzare la qualità dell'olio di CBD. Le bottiglie di vetro scuro sono preferibili perché proteggono l'olio dalla luce, che può degradare il CBD.
  9. Data di Scadenza: controlla la data di scadenza per garantire che l'olio di CBD sia fresco e conservi le sue proprietà.

Valutando attentamente questi fattori, sarà possibile fare una scelta informata e selezionare un olio di CBD che soddisfi le proprie esigenze e aspettative.

Conclusioni

L'olio di CBD spremuto a freddo è un termine che può portare a confusione. In realtà, la parte 'spremuto a freddo' non si riferisce all'estratto di CBD, ma all'olio vettore utilizzato. La spremitura a freddo è una tecnica applicata per ottenere l'olio vettore, come l'olio di semi di canapa, MCT o l'olio d'oliva, che poi accoglie l'estratto di CBD. 

Questa metodologia preserva i benefici nutrizionali dell'olio vettore. Gli oli vettori come olio MCT, olio di oliva e olio di semi di canapa hanno caratteristiche diverse che possono influenzare l'assorbimento del CBD. 

È fondamentale capire questa distinzione per evitare fraintendimenti e per fare scelte informate quando si tratta di selezionare un olio di CBD di alta qualità. L'attenzione al dettaglio nel processo di produzione, dalla scelta dell'olio vettore al metodo di estrazione, riflette l'impegno verso la qualità e l'efficacia del prodotto finale.

Iscriviti alla nostra newsletter. 

novità e promozioni del mondo crystalweed!
Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

chevron-down